Farine per la pizza, scopriamole insieme

Home / food / Farine per la pizza, scopriamole insieme

Farine per la pizza, scopriamole insieme

Farine per la pizza, scopriamole insieme

Le farine sono il prodotto della macinazione dei cereali o di altri vegetali, quella più diffusa si ricava dal grano ma esistono sempre più varianti, derivanti ad esempio dalle castagne, integrali, derivanti dal mais, dalla soia e via dicendo per venire incontro a tutte le esigenze e i gusti dei clienti da ogni parte del mondo.

Vediamo insieme caratteristiche e proprietà di alcune farine dalle quali prendono vita pizze, dolci, pane e tanto altro ancora.

La farina di grano tenero ha colore bianco e granuli piccoli a spigoli tondeggianti e bianchi. L’impasto ottenuto dalle farine di grano tenero solitamente viene impiegato nella  produzione di prodotti lievitati, le pizze, la pasta fresca e i dolci.  La farina di grano tenero contiene meno proteine rispetto alla farina del grano duro.

Quella di grano duro ha un colore giallognolo,  L’impasto ottenuto  rende le farine di grano duro buone sia per la panificazione che soprattutto per la produzione di pasta. La farina di grano duro contiene più proteine e glutine rispetto alla farina del grano tenero

Il tipo 00  è la farina più raffinata, dopo la sua lavorazione vengono eliminate tutte le parti migliori del grano a livello nutrizionale.  Le farine di tipo 00 sono facilmente lavorabili. Vanno bene per impastare alcuni tipi di pane o pizze e per la pasticceria.

La farina di tipo 1 contiene più fibre rispetto a quelle più raffinate. La fibra alimentare esercita effetti di tipo funzionale e metabolico stimolando l’attività dell’intestino e favorendo dunque il benessere del nostro corpo.

Il tipo 2 anche detta farina semi-integrale, presenta ottime caratteristiche nutrizionali e un’alta facilità di lavorazione. Questo tipo di farina è consigliato per la produzione di pane casereccio, pizze a breve lievitazione.

La farina di Orzo ha un colore marroncino ed è  particolarmente diffusa tra le persone che si avvalgono di regimi alimentari alternativi come i naturisti, gli amanti del macrobiotico e i vegani. Per caratteristiche nutrizionali, però, non è così diversa da altre farine.

La farina di Kamut deriva appunto da KAMUT, il nome con il quale un’azienda statunitense commercializza un particolare tipo di grano, il  Khorasan. Un prodotto fatto con  farina di Kamut arriva a contenere fino al 30% di vitamina E ed è decisamente più digeribile.

Volete sapere altro sulle farine? Tenete d’occhio il nostro blog e la nostra pagina Facebook e già che ci siete venite ad assaggiarle da noi, vi innamorerete delle nostre pizze!

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.