La pizza hawaiana: il successo è colpa di un canadese

Home / food / La pizza hawaiana: il successo è colpa di un canadese

La pizza hawaiana: il successo è colpa di un canadese

La pizza hawaiana: il successo è colpa di un canadese

Il presidente islandese Guoni Johannesson l’ha definita “madre di tutte le barbarie culinarie” mentre Gordon Ramsay il celebre cuoco inglese assaggiandola non ha saputo trattenere un’espressione di disgusto, di cosa parliamo? della pizza con l’ananas, tecnicamente: la pizza hawaiana.

Com’è potuto succedere che la Pizza, uno dei piatti made in Italy più conosciuti in assoluto e da poco dichiarata Patrimonio dell’Unesco, subisse un affronto del genere?

La colpa, o il merito secondo alcuni (quasi tutti americani) è di Sam Panopoulos, un canadese che la inventò nel 1962  per il ristorante di famiglia  “The Satellite” di Chatham-Kent (Ontario). Tutto è nato quasi per gioco, era con i fratelli nella cucina del loro ristorante e si mise a fare esperimenti culinari. Il mostro che ne è nato per noi italiani è quasi un insulto, ma nel resto del mondo iniziò ad essere apprezzata, prima in Canada e poi nel mondo.  La preparazione ha la base della classica margherita e viene considerata una variante del Toast Hawaii ideato dal tedesco Clemens Wilmenrod, ma il nome Hawaii a quanto pare deriva della catena che produceva l’ananas in scatola utilizzato da Sam Panopoulos.

Se state aspettando di leggere la ricetta della pizza hawaiana non vi accontentiamo di certo ma non rimarrete delusi perché abbiamo qualcosa di più divertente! Se poi vi venisse voglia di una buona pizza fatta con farine e prodotti d’eccellenza vi aspettiamo da noi!

Leave a Reply

Your email address will not be published.